domenica 9 agosto 2009

non fate la nanna

ho letto un post triste oggi.
un post di una giovane mamma che c'è cascata.
ha comprato un libretto con la copertina carina, l'ha pagato pochi euro, e si è fatta abbindolare da un (tristemente) noto professore spagnolo.

non gliene faccio nessuna colpa, è facile caderci.
il bimbo in copertina ha l'espressione angelica di chi dorme il sonno dei giusti.
le prime pagine poi sprizzano allegria, umorismo, e tanta tanta comprensione per noi poveri genitori bistrattati.

è comprensibile che, se mal consigliati, ci si affidi con tranquillità a certi metodi assurdi.

quello che non è comprensibile, è vedere l'enorme mole di commenti, quasi tutti inneggianti al suddetto metodo.

per chi non fosse esperto, qui si sta parlando di lasciar piangere un bambino, di lasciar vomitare un bambino, nella sua stanza, al buio, facendo capolino dalla porta solo ogni 3, 5, 7 minuti (fino ad arrivare a 17 minuti!), per rassicurarlo "va tutto bene, ti sto solo insegnando a dormire!".
mi raccomando! il bambino NON VA ASSOLUTAMENTE TOCCATO!!
e poi uscire, e lasciare che
il figlio che avete desiderato,
che avete portato dentro di voi per 40 lunghe settimane,
il figlio che avete giurato di amare,
il figlio a cui avete promesso il vostro appoggio e la vostra protezione,
resto di nuovo da solo, al buio, a piangere, urlare, vomitare.
nella malaugurata ipotesi che il bambino sappia già camminare, è consigliabile mettere un cancelletto alla porta.

a mio avviso bisognerebbe chiamare i servizi sociali.

è pazzesco che madri che hanno visto i propri figli soffrire in questa maniera, possano consigliare ad una ragazza giovane e stanca, di applicarlo, assicurandole che funziona.

E GRAZIE AL CAXXO CHE FUNZIONA.
stai cercando di ottenere ciò che vuoi, ciò che il tuo corpo, il tuo cuore e la tua mente ti chiedono.
piangi per ottenerlo, e dal gran piangere ti vengono gli sforzi del vomito.
ma.. pazzesco! nessuno viene ad aiutarti.
a volte compare l'oggetto del tuo desiderio (la mamma), dice qualcosa e scompare di nuovo.
dev'essere tremendo.

per forza il metodo funziona.
l'istinto di sopravvivenza spinge i bambini a rassegnarsi.

care mamme che non possono dormire, vi sono vicina.
a me va abbastanza bene, ma non perchè il Nini non si svegli.
il Nini si sveglia, e va abbastanza bene perchè nella mia immaginazione i bambini non sono mai stati esserini carini che mangiano e dormono.
sono sempre stati esserini puzzanti di formaggio, produttori di merda, che ti fanno passare notti d'inferno.

scoprire che fra una poppata e l'altra posso dormire anche due ore, è stata una lieta sorpresa.

i bambini non sono fatti per dormire soli, o per gestire in solitudine e al buio (bè, soli no.. c'è UN PUPAZZO a far loro compagnia) i propri fisiologici risvegli.

se madre natura avesse pensato fosse giusto per loro dormire 12 ore filate, bè, li avrebbe creati in grado di dormirle spontaneamente quelle dodici ore!
esattamente come mangiano, cagano, sorridono e piangono senza bisogno che nessuno glielo insegni.

alzi la mano ogni adulto al quale i genitori hanno insegnato a dormire.
eppure adesso dormite tutti, mi sbaglio?

mamme stanche, mamme assonnate.
leggete "fai la nanna senza lacrime".
leggete "besame mucho".

non fate piangere i vostri figli, hanno bisogno di voi.


2 commenti:

  1. Grazie Sara per questo tuo post, grazie. E speriamo che possa davvero servire.

    RispondiElimina
  2. io odio Estivill,io odio Estivill,io odio Estivill,io odio Estivill,io odio Estivill,io odio Estivill,io odio Estivill,io odio Estivill,

    e purtoppo continuo a incappare in gente che "per fortuna che ho letto il libro, funziona"

    aaaaaargh io odio Estivill,io odio Estivill,

    bellissimo post, dovrebbero inserirlo nel libro di Estivill (ho detto che non mi è simpatico vero?)

    RispondiElimina